2017 - L'anno senza Google

Il 2016 è stato un anno molto bello per me. Soprattutto perchè mi ha portato una grande evoluzione personale e professionale, ma non solo, è stato l'anno in cui i "buoni propositi" dell'inizio di gennaio sono stati tutti raggiunti. Non mi era mai capitato.

Per questo motivo ho deciso di replicare nel 2017. Quest'anno ho scelto un solo impegno, che probabilmente impiegherò tutto l'anno a completare e che occuperà, probabilmente, tutte le mie energie del tempo libero: via Google dalla mia vita.

Chi mi conosce e/o ha letto in questo sito intuisce o sa che sono contraria ai monopolisti. Le filosofie a cui mi ispiro sono quelle del p2p, dell'open source e della libertà su internet, il diritto alla privacy e l'anonimato, l'hacking spinto all'ennesima potenza insomma.

Tutto questo stride ovviamente con la coesistenza di Google ed altre Big Major nel mio lavoro e negli strumenti che utilizzo. Ne uso il meno possibile infatti, ma ad alcuni, per pigrizia, non ho ancora rinunciato. 

Il proposito di quest'anno è quindi il definitivo calcio alla pigrizia e la sostituzione di tutti gli strumenti che ancora utilizzo per lavoro di proprietà di monopolisti, con strumenti equivalenti...